Si è svolta ieri, 12 giugno alle ore 11, presso la sede regionale di LegAmbiente Bari, una conferenza stampa indetta dalla Federazione regionale di LegAmbiente per presentare l'accordo tra la Federazione BCC di Puglia e Basilicata e LegAmbiente Puglia, relativo ai finanziamenti di impianti di energia rinnovabile.

Alla presenza del Direttore della Federazione, Dott. Giorgio Costantino, del presidente regionale LegAmbiente, Francesco Tarantini, del responsabile dell'Ecosportello Puglia, Aldo Fusaro, e di alcuni rappresentati delle BCC aderenti, sono state presentate le linee guida ed i principi alla base dell'accordo. Dal documento emerge l'impegno di LegAmbiente a costruire un nuovo modello di sviluppo energetico sostenibile: attenzione particolare sarà riservata al risparmio energetico, nel rispetto dell' indicazione dell'Unione Europea che invita entro il 2020 tutti gli Stati Membri a produrre il 20% di energia rinnovabile, a ridurre del 20% i consumi e del 30% le emissioni di CO2.

Confermato anche l'impegno delle BCC, con la loro capillarità territoriale, di sostenere e incentivare privati, aziende ed istituzioni con condizioni vantaggiose. L'accordo prevede non solo condizioni agevolate per quei soggetti che ne faranno richiesta, ma anche una collaborazione tra le singole BCC e LegAmbiente.

Infatti, nonostante rimanga di competenza delle BCC valutare sotto il profilo finanziario la cessione del credito, LegAmbiente valuterà sotto il profilo tecnico ed ambientale il progetto presentato. L'iter cosi costruito conferisce ancora più valenza all'accordo sottoscritto, trasformandolo, appunto, in una vera collaborazione e cooperazione tra le parti.

Significative le parole del Direttore della Federazione, che ha concluso l'intervento affermando che "l'accordo manifesta in modo concreto l'attenzione che il Credito Cooperativo vuole riservare alle tematiche del risparmio energetico, che rientra nella più generale vocazione del movimento a favorire la crescita responsabile e sostenibile del territorio in cui opera, cosi come sancito dallo Statuto".

Le BCC aderenti all'accodo sono:

 

Utilizziamo cookie di terze parti per migliorare la vostra esperienza, analizzando la navigazione sul nostro sito. Continuando, si accetta il loro uso.